Convertitore num.: 0 in cifre romane (numeri, numerali romani), come si scrive?

I romani non avevano rappresentazione per lo zero; loro utilizzavano la parola: 'nulla'.

In cifre romane (numeri, numerali romani), come si scrive:
3.999.000 = ? ... 1 = ?

Convertitore online in numerali romani

Le ultime conversioni in numeri romani

0 = nulla - I romani non avevano rappresentazione per lo zero; loro utilizzavano la parola: 'nulla'. 16 feb, 16:22 UTC (GMT)
439 = CDXXXIX 16 feb, 16:22 UTC (GMT)
2.001 = MMI 16 feb, 16:22 UTC (GMT)
1.599 = MDXCIX 16 feb, 16:22 UTC (GMT)
3.902 = MMMCMII 16 feb, 16:21 UTC (GMT)
1.255.687 = (M)(C)(C)(L)(V)DCLXXXVII 16 feb, 16:21 UTC (GMT)
3.902 = MMMCMII 16 feb, 16:21 UTC (GMT)
5.101 = (V)CI 16 feb, 16:21 UTC (GMT)
1.001.865 = (M)MDCCCLXV 16 feb, 16:21 UTC (GMT)
1.787 = MDCCLXXXVII 16 feb, 16:21 UTC (GMT)
400.090 = (C)(D)XC 16 feb, 16:21 UTC (GMT)
7.700 = (V)MMDCC 16 feb, 16:20 UTC (GMT)
1.595 = MDXCV 16 feb, 16:20 UTC (GMT)
numeri convertiti, vedi altro...

Il gruppo dei simboli di base nella scrittura romana

Le cifre (i numeri, i numerali) romane importanti, simboli sulla base dei quali si costruiscono il resto dei numeri nella scrittura romana, sono:
  • I = 1 (uno); V = 5 (cinque);

  • X = 10 (dieci); L = 50 (cinquanta);

  • C = 100 (cento);

  • D = 500 (cinquecento);

  • M = 1.000 (mille); (*)

    • Per numeri più grandi:

    • (*) V = 5.000 o |V| = 5.000 (cinquemila); vedi sotto perché preferiamo: (V) = 5.000.

    • (*) X = 10.000 o |X| = 10.000 (diecimila); vedi sotto perché preferiamo: (X) = 10.000.

    • (*) L = 50.000 o |L| = 50.000 (cinquantamila); vedi sotto perché preferiamo: (L) = 50.000.

    • (*) C = 100.000 o |C| = 100.000 (centomila); vedi sotto perché preferiamo: (C) = 100.000.

    • (*) D = 500.000 o |D| = 500.000 (cinquecentomila); vedi sotto perché preferiamo: (D) = 500.000.

    • (*) M = 1.000.000 o |M| = 1.000.000 (un milione); vedi sotto perché preferiamo: (M) = 1.000.000.

(*) Questi numeri sono stati scritti con un overline (una barra sopra) o tra due linee verticali. Invece, preferiamo scrivere queste grandi numeri tra parentesi, vale a dire: "(" e ")", perché:

  • 1) rispetto al overline - è più facile per gli utenti di computer aggiungere parentesi attorno a una lettera piuttosto che aggiungere la linea superiore ad essa e
  • 2) rispetto alle linee verticali - evita ogni possibile confusione tra la linea verticale "|" e il numero romano "I" (1).

(*) Una linea sopra il simbolo (una barra sopra il simbolo), due linee verticali o due parentesi attorno al simbolo indicano "1.000 volte". Vedi sotto...

Logica dei numeri scritti tra parentesi: (L) = 50.000; la regola è che il numero iniziale, nel nostro caso, L, è stato moltiplicato per 1.000: L = 50 => (L) = 50 × 1.000 = 50.000.

(*) All'inizio i Romani non usavano numeri più grandi di 3.999; di conseguenza non avevano simboli nel loro sistema per questi numeri più grandi, sono stati aggiunti in seguito e per loro sono state usate varie notazioni diverse, non necessariamente quelle che abbiamo appena visto sopra.

Quindi, inizialmente, il numero più grande che poteva essere scritto usando numeri romani era:

  • MMMCMXCIX = 3.999.

Regole di scrittura dei numeri romani, sommario: